La Ludoteca comunale di Carpi, una delle prime in Italia, è stata inaugurata l'11 gennaio 1981 ed è nata come agenzia culturale a fianco dei già esistenti musei, biblioteca e teatro, con il compito di promuovere il gioco come esperienza fondamentale sul piano pedagogico e culturale e di creare nuove occasioni di socializzazione, integrazione e coinvolgimento. Era posta al primo piano di un edificio a ridosso del centro storico, che ospita tuttora anche un asilo nido e una scuola dell'infanzia.

Si componeva di diversi spazi, una sala giochi, un angolo per i più piccoli costituito da una casetta con arredi in scala ridotta, uno spazio per la lettura, una stanzetta con un grande plastico ferroviario, un ampio terrazzo e la possibilità di utilizzare l'area cortiliva a piano terra.
Inizialmente potevano frequentarla bambini con età compresa tra i 6 e i 10 anni nei tre pomeriggi di apertura, ma ben presto i pomeriggi divennero quattro e venne ampliata la fascia d'età: 3 - 14.

Ludoteca

Le attività principali sono state (e sono tuttora) il prestito dei giocattoli, il gioco libero o guidato dagli animatori, oltre alla realizzazione di iniziative di interesse più generale sull'infanzia e il gioco.
Anche nei confronti della scuola la Ludoteca ha sempre svolto un'azione di promozione del gioco attraverso la realizzazione di laboratori, attività di animazione e prestito di letteratura specializzata, giocattoli e materiali didattici. Dal 1989, per circa 10 anni, ha dato spazio anche al gioco degli adulti, proponendo l'apertura serale del servizio con materiali ed iniziative specifiche.

Tra il 2004 e il 2006 il servizio è ospitato presso la sala espositiva dello Spazio giovani Mac'è.

Dal 29 aprile 2006 la Ludoteca si è trasferita nei nuovi locali del Castello dei ragazzi, all'interno del Palazzo dei Pio.

Conad

logo BPER - Banca

© Ogni riproduzione riservata